Cittadini informati: sul privato aperto al pubblico vige il Codice della Strada

Invito caldamente gli automobilisti desiderosi di parcheggiare la propria auto in divieto di sosta bloccando il passaggio di altre automobili ad individuare per la sosta le aree pubbliche e non quelle private anche se aperte al pubblico (es. parcheggi o porticati). Perché? Perché i cittadini che, ingenuamente, decidessero di telefonare alla Polizia Municipale per la rimozione o quanto meno la sanzione dell’auto malamente parcheggiata  su un’area privata aperta al pubblico si sentirebbero rispondere che sulle aree private non si può intervenire. Eppure, da voci autorevoli su “Il portale professionale per la Polizia Municipale e gli utenti” o sul sito dal nome confortante http://www.vigileamico.it, risulta che “nel vigente codice della strada le aree o sono private (e, quindi, chiuse, interdette alla circolazione) oppure sono aperte al pubblico anche se di proprietà privata. Insomma, se una persona può accedere liberamente a quella strada senza domandare il permesso a qualcuno, questa strada è disciplinata dal Codice della Strada”. E il Codice della Strada rientra tra le competenze della Polizia Municipale. E non solo. Con la Direttiva 24 ottobre 2000, il Ministero dei Lavori Pubblici ha richiamato gli Enti Pubblici ad una maggior attenzione proprio su questo problema sottolineando che nelle strade private aperte all’uso pubblico rimane sempre la competenza del Comune nell’assicurare la loro corretta e sicura utilizzazione, compresa la segnaletica. Pure il regolamento d’esecuzione dell’art. 2, comma 2 del Codice della Strada recita che “sono equiparate alle strade ad uso pubblico tutte le aree, di proprietà pubblica o privata, aperte alla circolazione del pubblico”.

Pertanto, di fronte ad una tale risposta da parte della Polizia Municipale, il cittadino può intraprendere le seguenti azioni, in ordine decrescente di pazienza:

1) aspettare che il proprietario dell’auto parcheggiata se ne vada e liberi il passaggio

2) prendere altre vie, se esistono

3) pagare di tasca propria la rimozione dell’auto

4) spostare l’auto parcheggiata su aree pubbliche, es. una qualsiasi strada urbana o extraurbana, un marciapiede (azione fortemente sconsigliata in quanto illegale, pericolosa e subordinata ad una forza poderosa)

5) staccare la targa dell’auto parcheggiata che potrà essere così rimossa, in quanto rifiuto, ai sensi del Decreto Legislativo 152/2006, incollarla poi a quella della propria automobile e via a tutta birra davanti ad un autovelox (azione fortemente sconsigliata in quanto illegale ma di sicura soddisfazione).

Bando alle facezie, il consiglio è quello di far valere i nostri diritti, informandoci sempre su ciò che prevedono leggi e regolamenti. Evidentemente, gli operatori della Polizia Municipale a diretto contatto con i cittadini agiscono secondo direttive a loro impartite, direttive talvolta non supportate da alcuna legge, anzi, contrarie alla legge e che diventano, nel tempo, una prassi consolidata (chissà poi perché le prassi adottate sono spesso a svantaggio dei cittadini, quelli virtuosi). Altra prassi consolidata anche se scorretta è quella che porta alla medesima risposta quando si richiede la rimozione di auto abbandonate (in evidente stato di abbandono) in aree private. In questo caso, il legislatore tutela ancora di più il cittadino rendendo possibile l’intervento da parte della Polizia Municipale non solo sulle aree pubbliche e private aperte al pubblico (ai sensi dell’art. 159 del Codice della Strada) ma anche su quelle private chiuse (ai sensi dell’art. 192 del Decreto Legislativo 152/2006, con ordinanza del Sindaco). Un fac-simile di modulo per richiederne la rimozione è a disposizione su questo sito.

Bentornata Polveriera – 20-21 giugno 2009

 

BENTORNATA POLVERIERA

Concerti, spettacoli, animazioni, gastronomie

Luogo:

Area ex-Polveriera, piazzale Reverberi (parcheggio Polveriera) – zona Mirabello – Reggio Emilia

Periodo di svolgimento:

Dal 20/06/2009 al 21/06/2009

Programma:

sabato 20

ore 15.00: apertura
dalle ore 20.00: a tavola con gli Alpini
ore 20.30: “Musica e teatro” per grandi e piccini, introduzione musicale: unplugged dei Cries n’ Smiles
ore 21.00: spettacolo teatrale ispirato a “Il piccolo principe”: Compagnia teatrale “Il tempo che non c’è”
ore 22.00: The Substitutes in concerto: tributo ai The Who

domenica 21

ore 9.00: apertura
dalle ore 9.00 alle ore 19.00: RiutilizzaRE, l’usato domestico in Polveriera
dalle ore 12.30: a tavola con gli Alpini
ore 18.00: premiazione del concorso “Mettete dei fiori sui vostri balconi
ore 19.00: “Musica e ricordi” dalla storica banda Santa Cecilia di Sesso
dalle ore 20.00: a tavola con gli Alpini

ore 21.00: I Edizione della Corrida della Polveriera, artisti dilettanti allo sbaraglio, condotta da Alessandro Scillitani e la band I Bidelli

Ingresso gratuito a tutti gli spettacoli

Accessibilità:

Piazzale Reverberi (Parcheggio Polveriera) – Reggio Emilia

Per informazioni, prenotazione spazi RiutilizzaRE e partecipazione alla Corrida:

tel. 334 3302854 – Associazione di Promozione Sociale di via Melato