La prostituzione in strada arriva in via Emilia Ospizio

Si intensifica e rinnova la prostituzione in zona Ospizio. In via Sani, non più solo cinesi o africane in abbigliamento da “vado a fare la spesa”  anche nei giorni festivi (una ragazza cinese rimorchiata oggi pomeriggio alle ore 16.40 da un quarantenne caucasico su una fiammante Alfa Romeo, targa presso la nostra sede) ma anche sudamericane in abiti tipici da adescamento (v. foto del 28 settembre ore 20.45). In via Emilia Ospizio, poco prima del McDonald’s, abiti provocanti anche per un’africana (v. foto del 29 settembre a mezzanotte circa).

Non le intimoriscono le precedenti segnalazioni alla polizia e nemmeno le telecamere (sempre che funzionino . . ). Sanno di poter lavorare indisturbate non solo perché l’ordinanza sindacale che vieta di tenere comportamenti diretti ad offrire prestazioni sessuali a pagamento e richiedere informazioni alle ragazze o concordare prestazioni sessuali a pagamento fino al 15 ottobre (come se il 15 ottobre finisse il mondo anticipando la profezia Maya), riguarda solo alcune vie di Cella e Cadè, ma anche perché le leggi statali non vengono applicate.

Infatti, la legge Merlin, che ha vietato le case di prostituzione (continuano però ad esistere illegalmente e spesso sotto le spoglie di centri massaggi gestiti da cinesi), vieta anche il reclutamento ai fini della prostituzione, lo sfruttamento e l’adescamento, anche se quest’ultimo depenalizzato a illecito amministrativo con D.lgs 507/1999. Inoltre, è prevista la sospensione del permesso di soggiorno alle straniere extracomunitarie che si mantengono con tale attività (Consiglio di Stato Sentenze n. 4599 del 2006 e  n.9071 del 2010) in base al Testo Unico sull’Immigrazione.  Per tali norme, pare che la profezia Maya si sia già avverata da tempo!

Prostituta in via Sani – 28 settembre 2012 ore 20.45

Prostituta vicino al McDonald’s di via Emilia Ospizio – 29 settembre 2012 mezzanotte circa

Annunci

Arriva il “Punto Condominio” a RiutilizzaRE in Polveriera

Il mercatino RiutilizzaRE – l’usato domestico in Polveriera, in programma domenica 9 settembre presso il parcheggio Polveriera, ospiterà l’iniziativa “Punto Condominio”, servizio gratuito di consulenze e segnalazioni su problematiche dei cittadini all’interno dei condomini. Al Punto Condominio, allestito presso lo stand dell’Associazione di Promozione Sociale di via Melato dalle 9 alle 13, saranno presenti l’Assessore alla Coesione e Sicurezza Sociale Franco Corradini, per le tematiche relative alla convivenza e all’ordine pubblico, la Presidente provinciale Anaci,  Maria Rita Lasagni Furnari, per le tematiche relative alla gestione delle aree condominiali comuni, al regolamento e bilancio condominiali e l’Associazione di via Melato per quanto riguarda il ruolo attivo dei cittadini all’interno dei condomini.