Il “giro di vite” contro i parcheggiatori abusivi del Santa Maria Nuova

Sabato mattina, passando vicino al parcheggio davanti al Santa Maria Nuova, assisto al “giro di vite” promesso dalla Amministrazione comunale per porre fine alla truffa dei parcheggiatori abusivi, noti per vendere ticket non ancora scaduti agli automobilisti. Una pattuglia della Polizia Municipale sta percorrendo a velocità ridotta le corsie del parcheggio. Al suo arrivo, un parcheggiatore abusivo si china nascondendosi dietro un’automobile parcheggiata, un altro si fa tutt’uno con un tronco d’albero e un altro ancora corre verso il negozio di fiori. La Polizia Municipale continua imperterrita il suo giro. Nel frattempo, un parcheggiatore riesce anche a ricevere del denaro da una signora. Alcuni passanti si fermano ad osservare la scena. Qualcuno sospira, sorride e dice “Non ce la possiamo fare”. Seguo con gli occhi l’auto della Municipale che, avendo già completato il proprio dovere, esce dal parcheggio e si immette su viale Risorgimento. La raggiungo e chiedo con un gesto di fermarsi. Spiego ai due agenti che un intervento eseguito in quel modo non serve a nulla e che la situazione illecita andrebbe risolta almeno scendendo dall’auto o, ancora meglio, con un servizio in borghese. L’agente a fianco del guidatore risponde infastidito che al mio posto non avrebbe mai interferito con il lavoro altrui e di rivolgere le lamentele al Comando. Un bell’esempio di vicinanza ai cittadini, ma soprattutto un bell’esempio di efficace presidio del territorio e di applicazione del Codice della Strada che vieta questa attività con sanzioni che vanno da 675 a 2.714 euro! Un’altra classe protetta?

V.I.

Strisce blu: scarica qui il fac-simile per il ricorso contro le multe per il ticket scaduto e l’avviso di cortesia per gli accertatori della sosta

Continuano ad aumentare il contributo unificato per ricorrere al Giudice di Pace con l’ovvio motivo di disincentivare i ricorsi.  Sono pochi euro in più rispetto alla sanzione e il vantaggio per tutti che ne può derivare è enorme. Ecco un fac-simile per ricorrere in caso di sanzione per il ticket scaduto. Aspettate la notifica del verbale e controllate le modalità, numero di copie e tempistica, sul verbale e sul sito del Giudice di Pace. Non serve un legale, ma potete difendervi da soli!

fac-simile-ricorso-ticket-scaduto

Avviso di cortesia da posizionare sul cruscotto dopo aver parcheggiato sulle strisce blu:

Avviso di cortesia agli accertatori sosta

Controllate anche la lunghezza dello stallo (non < 5 m), la distanza dagli incroci (non< 5 m), la presenza di un passaggio pedonale, la larghezza della corsia di marcia se si tratta di senso unico (non < 3 m).

Potete contattarci telefonicamente al 3343302854 o per e-mail all’indirizzo assomelato@libero.it

RiutilizzaRE di domenica 9 giugno in Polveriera: non solo mercatino ma iniziative su condominio e strisce blu

Domenica 9 giugno si svolgerà RiutilizzaRE, il consueto mercatino dell’usato domestico in Polveriera, organizzato dall’Associazione di via Melato in collaborazione con l’Ufficio Sicurezza, Servizio Politiche per l’integrazione, l’inclusione e la convivenza del Comune di Reggio Emilia.Oltre a 150 privati cittadini in veste di espositori e 20 associazioni del mondo del volontariato, RiutilizzaRE ospiterà lo spazio bimbi “Ti regalo un gioco” dedicato ai bambini che potranno ricevere in dono giochi o libri offerti dagli espositori.

Presso lo stand dell’Associazione di via Melato, saranno affrontate due tematiche di grande attualità. La prima riguarda la riforma della normativa sui condomini che andrà in vigore il 18 giugno. Numerose le novità che, se rispettate, contribuiranno a migliorare la legalità e la convivenza all’interno dei condomini. Tra queste, rivestono uno spiccato rilievo l’anagrafe del condominio, cioè un registro tenuto dall’amministratore con i dati degli immobili e delle persone (proprietari e locatari) che li occupano, il recupero delle spese condominiali che obbliga l’amministratore a riscuotere forzosamente i contributi senza dispensa dell’assemblea entro 6 mesi dalla chiusura dell’esercizio, un maggior respiro per i condòmini virtuosi che pagano con l’obbligo per i creditori ad agire prima contro i morosi, le sanzioni più alte per il mancato rispetto del regolamento condominiale, l’autonomia dell’assemblea nel prescrivere la posizione delle antenne TV per preservare il decoro architettonico, la possibilità di distacco dal riscaldamento centralizzato e l’obbligo di comunicare all’amministratore i certificati di conformità di impianto elettrico e caldaia.

La seconda riguarda i parcheggi a pagamento. Presso lo stand dell’Associazione di via Melato, i cittadini potranno informarsi sui requisiti di legge delle strisce blu, ritirare stampati che potranno servire per rendere più chiari i periodi di gratuità dei parcheggi o per avvisare gli accertatori della sosta in merito alla illegittimità delle sanzioni sui ticket scaduti. A questo proposito, l’Associazione mette a disposizione un fac-simile di ricorso al Giudice di Pace.

I Rom se ne vanno da viale Olimpia: non per la legge violata ma per un cantiere. Ora rimane il problema del parco (foto aggiornate)

Dopo otto mesi, i Rom che vivevano in viale Olimpia, in numero variabile da 7 a 20 persone, se ne sono andati. Sostavano le proprie auto in un parcheggio adiacente alla via per poi dormire e mangiare all’ingresso di un edificio in attesa di essere affittato. A pochi metri, in bella vista, i loro escrementi. Se ne sono andati grazie al cantiere che ristrutturerà l’immobile per essere finalmente adibito ad un’attività commerciale. Nessun intervento risolutivo da parte delle autorità competenti nonostante una denuncia per invasione di terreno altrui e danneggiamento da parte del proprietario e una denuncia/esposto alla Procura della Repubblica da parte della nostra Associazione per invasione arbitraria di terreno altrui, sosta di minoranze nomadi in zone non attrezzate, danneggiamento di cose altrui e violazione delle norme in materia ambientale. Un grave fatto di impunità dal momento che la legge punisce “chiunque invade arbitrariamente terreni o edifici altrui, pubblici o privati, al fine di occuparli o di trarne profitto,  a querela della persona offesa e con procedura d’ufficio, se il fatto è commesso da più di cinque persone, di cui una almeno palesemente armata, ovvero da più di dieci persone, anche senza armi” (art. 633 c.p.).

Altre problematiche di questo tratto di via sono state risolte. La sala scommesse si è trasferita spontaneamente e non certo per i soli quattro giorni di chiusura disposti dalla Questura dopo il tentato omicidio avvenuto al suo interno nell’aprile dello scorso anno. Il ristorante/discoteca cinese pare abbia desistito dal riaprire abusivamente i battenti dopo le nostre segnalazioni e i conseguenti provvedimenti da parte delle autorità (ordinanza di chiusura e sequestro per inottemperanza all’ordinanza). Ora rimane la situazione desolante di un’area verde comunale, luogo di bivacco, uso improprio e danneggiamento di arredi e giochi per i bambini, nonostante i divieti imposti dall’attuale Regolamento di Polizia Locale.  Nessuna manutenzione (erba alta, cestini per i rifiuti a pezzi, cartello comunale illeggibile) ad eccezione degli interventi di rimozione di rifiuti, bottiglie di birra e vino e cartoni sulle panchine che si ripresentano puntualmente il giorno dopo.

V.I.

Il cantiere

Il cantiere

Prima del cantiere

Prima del cantiere

Escrementi umani in fila

Escrementi umani in fila

Parco 1° maggio

Parco 1° maggio

Parco 3 maggio

Parco 3 maggio

Parco 4 maggio

Parco 4 maggio

Parco 6 maggio

Parco 6 maggio

Parco 8 maggio

Parco 8 maggio

Parco 15 maggio

Parco 15 maggio

Parco 17 maggio

Parco 17 maggio

Parco 27 maggio

Parco 27 maggio

Parco: cestino rifiuti e cartello

Parco: cestino rifiuti e cartello

Immagine1

Parco 1° giugno

Parco 6 giugno

Parco 6 giugno

Parco 7 giugno

Parco 7 giugno

Parco 17 giugno

Parco 17 giugno

Parco 17 giugno

Parco 17 giugno

Parco 18 giugno

Parco 18 giugno

Parco 18 giugno - Dopo il lavaggio alla fontana, bucato steso sui giochi bimbi

Parco 18 giugno – Dopo il lavaggio alla fontana, bucato steso sui giochi bimbi