Domenica 14 settembre RiutilizzaRE in Polveriera

Domani il consueto appuntamento con RiutilizzaRE – l’usato domestico in Polveriera. Circa 200 bancarelle di oggetti provenienti dalle case degli espositori, il “Punto Condominio” che, dalle 10 alle 12, darà risposte alle problematiche condominiali e le favolose pizze della Piccola Piedigrotta con il “Pizzaiouolo on the road” saluteranno una bella giornata finalmente di sole! Vi aspettiamo!

Annunci

La nostra Associazione cambia nome: ora siamo Reggio Civitas!

Reggio Civitas: questo è il nuovo nome della nostra Associazione di Promozione Sociale, più adatto alle attività che ci hanno caratterizzato negli ultimi tempi. Nata per combattere degrado e illegalità di un quartiere, gli interventi dell’associazione, spontaneamente o per richiesta da parte di cittadini, si sono allargati a problematiche simili presenti in altri quartieri affrontando anche temi di interesse generale per la vita della città. Il quartiere si è nettamente ripreso ed è costantemente sotto l’occhio vigile dei residenti. Qui ormai nulla sfugge grazie alla diffusione e raccolta di notizie che, di volta in volta, vengono vagliate ed eventualmente segnalate alle autorità competenti. Un ringraziamento ai soci, collaboratori e residenti che hanno permesso di invertire la rotta del quartiere, accrescere le nostre esperienze per portarle anche altrove. Ecco allora, Reggio Civitas rivolta a dare concretezza ai molteplici strumenti che i cittadini possiedono  per tornare ad una Reggio civile. A breve, il cambio dell’indirizzo web e della posta elettronica. Immutati Statuto e Codice Fiscale.

A Polizia Municipale e Vigili del Fuoco anche l’onere di custodire il verde pubblico

Una delle carenze della nostra Amministrazione riguarda la manutenzione degli spazi pubblici, in particolare quella del verde, così importante non solo per un motivo di tutela del patrimonio arboreo o di decoro ma anche di sicurezza. Grossi rami continuano a cadere a terra, anche in assenza di eventi atmosferici avversi, nelle strade e nei parchi anche vicino ai giochi per bambini, finora, fortunatamente, senza danni a cose o persone. Una nostra segnalazione al Servizio di manutenzione del Comune sulla situazione di pericolo del parco di via F.lli Tondelli per la presenza di grossi rami in condizioni precarie non ha sortito alcun intervento da parte dei servizi comunali preposti.
Sabato mattina 29 settembre, grazie alla solerte attenzione degli agenti della Polizia Municipale, già intervenuta di recente su un caso analogo nel parco di viale Olimpia, e alla loro segnalazione ai Vigili del Fuoco, la pericolosità di alcuni rami è stata scongiurata, nonostante la mancanza di mezzi appropriati a tali interventi.
A loro il nostro più sentito ringraziamento.

Pubblicato su Il Resto del Carlino e Prima Pagina; notizia trasmessa su Telereggio.

Grosso ramo caduto nel parco di via F.lli Tondelli

Grosso ramo caduto nel parco di via F.lli Tondelli

Ramo caduto sulla carreggiata di via Melato e poi spostato sull'aiuola

Ramo caduto sulla carreggiata di via Melato e poi spostato sull’aiuola

 

I Vigili del Fuoco potano gli alberi del parco di via F.lli Tondelli per la sicurezza dei cittadini

I Vigili del Fuoco potano gli alberi del parco di via F.lli Tondelli per la sicurezza dei cittadini

Grosso ramo caduto nel parco di viale Olimpia a pochi cm dalla panchina. Intervenuta la Polizia Municipale

Grosso ramo caduto nel parco di viale Olimpia a pochi cm dalla panchina. Intervenuta la Polizia Municipale

 

Quartiere Rosta Nuova: le sorprese dopo le curve

Uno dei dieci costosi cartelloni installati nel quartiere Rosta Nuova, interessato da un progetto partecipato Zona 30 che ha coinvolto anche un famoso esperto, comunica ai cittadini che il nuovo marciapiede di via Mutilati del Lavoro serve “per proteggere e dare continuità ai percorsi pedonali”. Chi lo legge prima o dopo aver percorso la via in senso orario, nel caso che ne sia uscito incolume e sia pure di buon umore, pensa ad un Comune dotato di tanta ironia. Infatti, dopo una curva, il conducente di auto o moto si trova improvvisamente la corsia dimezzata da un largo marciapiede con tanto di cordolo sopraelevato. Se ha i riflessi pronti ed è baciato dalla fortuna, sterza improvvisamente percorrendo, per forze di cose, la totalità della carreggiata che è, in quel momento, vuota. Se ha sempre i riflessi pronti ma non è baciato dalla fortuna, investe un ciclista o si scontra con un auto che viaggia nel senso opposto. Se non ha i riflessi pronti e non è baciato dalla fortuna investe un pedone sul marciapiede, sperando che sia solo uno. E tutto ciò anche alla velocità di 30 km orari e con la luce del giorno. Un solo cartello precede il marciapiede prima della curva, quello di un dosso.

Un altro cartellone comunica ai cittadini che l’isola centrale installata in curva in via Togliatti “riduce la larghezza delle corsie e i sorpassi pericolosi” omettendo però che la corsia è talmente stretta, senza visibilità e priva di marciapiede o pista ciclabile che la si sconsiglia vivamente a pedoni e ciclisti.

“A velocità ridotta migliora la sicurezza di pedoni e ciclisti” recita uno slogan sui cartelloni del quartiere. Ma rimarrà solo uno slogan se non si provvederà a dotare le strade di idonee strutture per tutti, a creare alternative scorrevoli per il trasporto privato e a potenziare quello pubblico. Per ora solo tanta insicurezza e inquinamento per tutti.

Pubblicato su Prima Pagina

Via Mutilati del Lavoro: la comunicazione del Comune

Via Mutilati del Lavoro: la comunicazione del Comune

Via Mutilati del Lavoro: la realtà

Via Mutilati del Lavoro: la realtà

Via Petrolini/Togliatti: la comunicazione del Comune

Via Petrolini/Togliatti: la comunicazione del Comune

Via Petrolini/Togliatti: la realtà

Via Petrolini/Togliatti: la realtà

Rocambolesca partenza di un’auto

Giovedì 4 settembre alle ore 23, un’auto con a bordo tre africani è partita da un parcheggio di via Melato attraversando prima marciapiede e aiuola, abbattendo 3 piletti, poi le due corsie di viale del Partigiano schiantandosi contro muretto e rete del parco. Fortunatamente, nessun altro veicolo si trovava sulla carreggiata in quel momento. E’ intervenuta la Polizia Municipale. Chi paga i danni?

I piletti abbattuti e transennati

I piletti abbattuti e transennati

Piazza Domenica Secchi: una buona idea in un contesto troppo critico

Piazza Domenica Secchi, tra le vie Vecchi, Turri e Sani, ha sostituito dal 2010 l’ex-parcheggio Lucchetto, nota sede di spaccio. In linea teorica, l’idea era buona, conforme ai principi moderni di architettura rivolti alla sicurezza urbana, senza angoli bui e con “l’occhio da e verso la strada”. In mezzo alla piazza un’altra idea buona, il bar analcoolico “Caffè Reggio”.
Purtroppo, il contesto troppo critico nel quale si trova la piazza ne ha compromesso fortemente i risultati. Spesso le notizie non vengono comunate alla stampa ma i residenti conoscono bene la situazione e riferiscono frequenti risse, anche violente, con danni agli arredi del bar, come quella avvenuta poco prima di Ferragosto e ancora episodi di spaccio. Il consumo di bevande alcooliche, ovviamente acquistate altrove, è all’ordine del giorno. I rifiuti sono ovunque, tanto da indurre il Comune a programmare interventi di pulizia giornalieri, anche di domenica. Le forze dell’ordine pattugliano la zona di frequente ma, evidentemente, una presenza saltuaria non basta.

Pubblicato su Il Resto del Carlino e Prima Pagina

Domenica 31 agosto 2014 ore 9

Domenica 31 agosto 2014 ore 9

Cooperativa sociale La Vigna al lavoro domenica 31 agosto 2014

Cooperativa sociale La Vigna al lavoro domenica 31 agosto 2014

Impressionante cumulo di rifiuti e bottiglie di birra - 31 agosto 2014

Impressionante cumulo di rifiuti e bottiglie di birra – 31 agosto 2014

Tre pattuglie della Polizia di Stato - 20 agosto 2014

Tre pattuglie della Polizia di Stato – 20 agosto 2014